BEAUTY NEWS

Quando cedere alla voglia di dolce fa bene

Il comfort food non solo è delizioso, ma ci fa sentire anche meno soli. Secondo uno studio del 2015 condotto dal professore di psicologia Jordan Troisi della Sewanee, The University of The South, le persone che sono abituate ad avere rela ...

Senza-titolo-1

Il comfort food non solo è delizioso, ma ci fa sentire anche meno soli. Secondo uno studio del 2015 condotto dal professore di psicologia Jordan Troisi della Sewanee, The University of The South, le persone che sono abituate ad avere relazioni molto solide, tendono a buttarsi sul comfort food per patire meno i periodi di solitudine. È come se il cibo dal gusto particolarmente appetitoso venisse associato dal cervello a una relazione intima, appagandolo allo stesso modo.

Ecco perché questo è il primo motivo per cui vale la pena cedere e assecondare la voglia di dolce: quando si è sole, è una settimana pesante al lavoro che non permette di fare molti programmi extra e in più non si riesce a coordinarsi con le amiche. Cedere al comfort food genera la stessa sensazione positiva di una serata di chiacchiere e confessioni con la propria best friend.

Secondo un altro studio di Chelsea Reid, ricercatrice della Virginia Commonwealth University, il profumo del cibo è legato alla memoria e alla nostalgia. E visto che tutti hanno bisogno di appartenere a qualcuno, sentire un particolare odore fa provare le stesse sensazioni di vicinanza e di intimità ad eventi o persone lontane. E anche questo è un buon motivo per cui cedere alla voglia di dolce non è da biasimare.

Vale la pena concedersi un vizio anche quando il cibo dà lo stesso piacere del comfort food, senza esserlo per davvero. Gli alimenti che fanno bene alla mente e al cuore, non sono solo biscotti e patatine, ma ci sono delle alternative healthy che trasmettono il buonumore senza farci sentire immediatamente in colpa dopo. Come le ricottine dolci di Vallelata, cioccolato e arancia con fave di cacao (148 kcal e 3,8g di acidi grassi saturi per 100 g di prodotto, 18 g di carboidrati di cui 13 zuccheri e 7,3 grammi di proteine) contengono il 50% di grassi in meno rispetto alle ricottine sul mercato, senza conservanti, senza coloranti artificiali, e dal buon equilibrio nutrizionale nel rapporto tra proteine e zuccheri. Una combinazione allettante che soddisfa i sensi, e tiene a bada l’indice glicemico.

1509969355_ricottine-ok-2-920x574

Vale la pena cedere anche durante la dieta, come un modo per compensare lo sforzo fatto e premiarsi per il traguardo raggiunto. Senza esagerare, sgarrare una volta a settimana concedendosi quello che si vuole, non ha effetti sul metabolismo. Anzi, è proprio quando ci si sente soddisfatti che si è più incentivati a proseguire la dieta.

Quando a cedere si è in due. Condividere con lui il piacere del cibo, magari attraverso un gioco di food testing, non solo può accendere i sensi, ma crea complicità.

Sex-and-the-City-L-1

L'articolo Quando cedere alla voglia di dolce fa bene sembra essere il primo su Glamour.it.


+