Encyclopedic hair website
GOSSIP & NEWS:
L´unico giornale on-line della moda-capelli aggiornato quotidianamente con notizie, informazioni e pettegolezzi del settore. Quotidiano di sicuro interesse per chi vuole saperne sempre più degli altri sulle nuove tendenze, gli stili, le offerte e l´andamento del settore ma anche sugli avvenimenti mondani e non, su quello che è successo, quello che succede e quello che succederá!
GOSSIP & NEWS:
The only on-line hair-fashion web journal updated every day with new, information and gossip about the sector. A daily web journal certain to be of interest to people that want to be kept informed not only about new trends, styles, bargains and patterns in the sector but also about fashion and other events, what has happened, what is happening and what is going to happen!
GOSSIP & NEWS:
Die einzige Online-Zeitung für Haarmode, täglich mit den letzten Nachrichten, Informationen und Gossip der Branche aufgefrischt. Ein sicherlich interessantes Tageblatt für all jene, die immer informiert sein möchten über neue Trends, Stilrichtungen, Angebote und branchenspezielle Entwicklungen, doch auch über Glamour-Ereignisse und weniger prominente Veranstaltungen, über all das, was sich schon ereignet hat, gerade passiert, oder noch kommt!
GOSSIP & NEWS:
CHRONIQUE MONDAINE: le seul journal en ligne de la haute coiffure, pour une information quotidienne, des nouvelles, des renseignements et des potins du secteur. Quotidien d´un intérêt certain si vous en savoir toujours plus que les autres sur les nouvelles tendances, les styles, les offres et l´évolution du secteur, mais aussi sur les événements mondains et moins mondains, sur ce qui s´est produit, ce qui se produit et ce qui va se produire!
GOSSIP & NEWS:
CHISME: la única publicación en línea sobre moda del cabello, actualizada a diario con noticias, informaciones y chismes del sector. Un boletín de seguro interés para los que quieren saber siempre más que los demás sobre las nuevas tendencias, los estilos, las ofertas y el comportamiento del sector, pero también sobre los eventos mundanos o menos, lo que ha sucedido, lo que sucede, ¡y lo que sucederá!

Lex Market

17 Oct 17

fatturato a picco
Abbiamo visto su siti di eCommerce, sostenuti direttamente dalle aziende, sconti pazzeschi:

L'OREAL - 50%

WELLA -50%

KEMON -45%

BABYLISS PRO -45%

etc.

..ma cosa valgono veramente questi prodotti? I rivenditori ed i parrucchieri che figura fanno con i loro clienti che scoprono questi prezzi online?

Crediamo che siano operazioni estreme e pericolose sia per i brand stessi che per il servizio di vendita / rivendita dei distributori / grossisti e dei parrucchieri..

Allora ATTENZIONE !!

22 Sep 17

crescita pubblicità

La crescita dei ricavi pubblicitari del settore media e intrattenimento in Italia in arrivo da internet si normalizza. È quanto emerge dal report  “Entertainment & Media Outlook in Italy 2017-2021” di Pwc che, per il nono anno consecutivo, descrive l’andamento di 17 segmenti del mercato dei media e dell’intrattenimento, tra cui cinema, libri, adv su internet, radio e pubblicazioni di diverso tipo.

Tv e internet continuano a rappresentare i segmenti trainanti. Ma il fatturato in arrivo dagli investimenti sul web non crescerà più in modo stellare, bensì con un tasso 2017-2021 del +6,2 per cento. La locomotiva della crescita arriva dai ricavi mobile, di cui è previsto un aumento del 15,3 per cento nel periodo.

Si può parlare ancora di crescita monstre soltanto per il video advertising sul web, che lo scorso anno ha avuto introiti superiori ai 500 milioni e ha pesato oltre il 20% del total internet advertising. Una percentuale che si stima possa arrivare al 36,3% nel 2021, grazie soprattutto alla raccolta sui social network.

13 Sep 17

globelife web traditore

L'attività ricostruita dal sito del Salone. Due commissioni tributarie usano il metodo nell'accertamento. Contribuenti traditi dai propri siti internet.
Legittime le contestazioni del fisco basate sull'attività effettivamente svolta dai contribuenti ricavata dall'esame dei loro siti istituzionali.

Sconfessata invece la linea difensiva dei contribuenti che volevano dimostrare di svolgere attività diverse da quella descritta e pubblicizzata tramite il web. Sono queste, in estrema sintesi, le motivazioni con le quali due corti tributarie di merito (Ctp di Trento e Ctr Sardegna) hanno respinto i ricorsi dei contribuenti confermando come legittimo l'operato degli uffici fiscali che proprio dal web avevano tratto informazioni importanti per l'accertamento. Dalle due pronunce in commento si può trarre un importante insegnamento: attenzione a ciò che viene inserito, pubblicizzato e diffuso, sia tramite il proprio sito internet sia tramite i social o altri mezzi di diffusione online. È, infatti, necessario verificare con attenzione il tipo di messaggi che vengono diffusi all'esterno, perché gli stessi potrebbero poi essere utilizzati proprio contro chi li ha prodotti.

In entrambi i casi oggetto delle due sentenze, infatti, l'Agenzia delle Entrate aveva ribaltato le tesi difensive dei contribuenti dimostrando, proprio prendendo a riferimento ciò che gli stessi avevano pubblicizzato sui loro siti internet, l'attività in concreto svolta dagli stessi. Le due sentenze in commento costituiscono dunque una sorta di monito per tutti quei contribuenti che nella costruzione e nell'aggiornamento continuo dei propri siti internet o degli spazi dedicati all'interno dei social, possono essere tentati di pubblicizzare o diffondere notizie ed informazioni circa le attività praticate o praticabili, o sui prezzi e le condizioni economiche praticate.

13 Sep 17

the body shop

NATURA (azienda brasiliana) acquisisce da L'ORÉAL la catena THE BODY SHOP; una dote di oltre 3000 negozi in 66 paesi.

I costi in perdita di quest prodotti hanno costretto alla vendita. Ovviamente NATURA spera in un grande rilancio del marchio.

05 Sep 17

parrucchiera multata

Si sono presentati in due, gli accertatori della Siae e dopo essersi guardati attorno hanno multato una giovane parrucchiera del centro storico di Potenza per l’utilizzo di una desueta radiosveglia all’interno del suo salone di bellezza. "Era un regalo di mia nonna – ha commentato la giovane. Stava poggiata sulla madia tutta impolverata ma suonava. Mi teneva compagnia. Essere multati anche per un oggetto che sta su un mobile, per me, rimane un’esagerazione".

Eppure, a ben guardare, stando almeno a quello che è in teoria la mission dell’organo che garantisce il pagamento sui diritti della musica, la tutela è a tutto campo. È così da sempre, è così per tutte le forme di divulgazione sonora nei locali pubblici. I casi di parrucchieri multati diventano sempre più frequenti. Sono gli stessi organi accertatori a darci notizia. Un ispettore della Siae fa un controllo in un salone di bellezza, per verificare che non diffonda musica senza pagare i diritti.

Certo è la normativa in materia è a dir poco stringente. I controlli, serratissimi e le multe, poi, continuano a fioccare. Emblematiche sono le feste organizzate da privati, dove l’equivoco è all’ordine del giorno. "Nel caso in cui la musica non fosse dal vivo ma registrata, oltre al compenso per diritto d’autore è dovuto anche un compenso per i cosiddetti diritti connessi, spettanti ai produttori dei supporti fonografici ed agli artisti interpreti o esecutori dei brani. Per musica registrata viene intesa sia la diffusione tramite cd, dvd etc. sia quella diffusa mediante l’attività di un disc jockey. La Siae si paga, infatti, ogni qualvolta si organizza un evento o una festa privata a cui partecipano delle persone, anche se ad ingresso gratuito. Quello che alla società di autori interessa è di fatto l’esecuzione pubblica della musica di proprietà altrui, indipendentemente dal fatto che si tratti di una festa in un ristorante, in un piano bar o in discoteca".




GLOBELIFE Group

©2017 Globelife.com All rights reserved
 
Encyclopedic hair website